Blog

La scelta della pompa per la piscina

La scelta della pompa per la piscina

Molto spesso si sente parlare di “pompa della piscina” intendendo con questo termine tutto il sistema di trattamento acqua.

E’ sicuramente comprensibile, per i non addetti ai lavori, ma è opportuno conoscere e comprendere meglio quali sono i componenti e come funzionano, per poter scegliere il prodotto che più si adatta alle nostre esigenze.

In linea generale, il trattamento dell’acqua di piscina si divide in due tipologie: il trattamento fisico ed il trattamento chimico. Il trattamento fisico è quello che consente di trattenere le impurità attraverso sistemi di filtrazione meccanica, mentre quello chimico disinfetta l’acqua attraverso, appunto, i prodotti chimici.

Questo in teoria. In pratica, quando la filtrazione è inadeguata o la gestione della piscina non è corretta, è indispensabile procedere a trattamenti chimici pesanti per riportare l’acqua ad una situazione di idoneità, che spesso si limita ad una idoneità di tipo visivo, cioè l’acqua torna limpida. Che poi sia idonea anche dal punto di vista della salute dipende da quanto e quale prodotto chimico è stato immesso. Molto spesso, l’acqua così trattata è bella ma non è sana.

Che fare, quindi? va certamente data priorità al trattamento fisico, cioè alla filtrazione, che non può far male alla salute.

 

 

Il sistema di filtrazione di una piscina è fatto da tre componenti: la pompa, il filtro e la distribuzione (tubazioni e accessori in vasca). Tutti e tre questi componenti devono essere correttamente dimensionati, sia tra loro che in relazione alla piscina.

 

LA POMPA

Per il trattamento dell’acqua di piscina si utilizza una pompa di tipo centrifugo, composta da un motore elettrico e dalla pompa vera e propria. Una pompa è caratterizzata da una potenza (kW), da una portata (Q) e da una prevalenza (H).

 

IL FILTRO

Un filtro per piscina può essere di diverse tipologie. Quello più diffuso è il filtro a sabbia (che può essere riempito anche con vetro), ma può essere anche a cartuccia o, molto più raramente, a diatomea. Il filtro è caratterizzabile solo dalle sue misure, in particolare il diametro, solitamente espresso in millimetri (mm). Un filtro non ha una portata, poichè la portata è determinata dalla pompa.

 

LA CIRCOLAZIONE

Immaginate che la circolazione dell’acqua in piscina corrisponda alle vene ed alle arterie, mentre la pompa è il cuore ed il filtro è il fegato, o i reni. Cosa succede se le vene si restringono? Il cuore ha dei problemi e funziona male! Tubazioni sottodimensionate, bocchette insufficienti, hanno come risultato il fatto che la pompa non funziona correttamente. Inutile, quindi, sovradimensionare una pompa se il sistema di circolazione non è ben progettato.

 

In conclusione

Perchè la filtrazione di una piscina funzioni bene è quindi di fondamentale importanza un corretto dimensionamento di tutte le componenti che compongono il sistema di trattamento fisico. Attenzione, quindi, al momento dell’acquisto di una piscina, perchè sarà praticamente impossibile risolvere del tutto un dimensionamento sbagliato.

Non pensate solo al prezzo, e non pensate sia facile. E, soprattutto, smettete di scrivere sui social “la pompa a sabbia”, perchè davvero non si può sentire!

 

ARTICOLO PRECEDENTE

Il rimessaggio invernale della piscina